La tua stampante laser sporca i fogli: ecco perché e cosa puoi fare

Tutte le periferiche e gli elementi usati per la stampa necessitano spesso di una certa manutenzione, spesso da svolgere in modo quotidiano e regolare. Quando la stampante laser sporca i fogli, nella maggior parte dei casi vuol dire che è arrivato il momento di pulirla.

Nella maggior parte dei casi, infatti, una semplice pulizia della stampante è sufficiente per risolvere il problema del macchiare i fogli. Eppure, in altri casi i problemi potrebbero essere altri, per cui c’è bisogno di una maggiore attenzione. In questa guida vedremo come si fa a pulire una stampante laser e come riuscire a mantenerla sempre in perfetta efficienza, oltre che i problemi maggiori che si possono sperimentare con l’uso di una stampante.

La stampante laser sporca i fogli: un problema di pulizia

Quando una stampante laser crea delle macchie o sporca in vario modo i fogli, la prima cosa da fare è pulirla. Spesso infatti si tratta di un problema legato ad una questione di scarsa pulizia della stampante e delle sue componenti. Si tratta in realtà del problema meno grave, sebbene per procedere con l’operazione è importante che si sappia dove mettere le mani. Il rullo di trasferimento della stampante è utile essenzialmente per imprimere la polvere di inchiostro direttamente sul foglio.

Le particelle di inchiostro vengono caricate elettricamente e vengono trasferite dal tamburo alla carta attraverso l’apposito rullo di trasferimento. La prima cosa da fare è aprire la stampante: al suo interno ogni modello di stampante è diverso dagli altri, per cui dovresti leggere bene le istruzioni di uso prima di farlo, oppure dare un’occhiata alle specifiche on-line della periferica, così da capire come fare per raggiungere il rullo di trasferimento.

La maggior parte delle volte è sufficiente aprire il coperchio per vedere il rullo e procedere con la sua pulizia anche senza smontarlo. Il rullo di trasferimento andrebbe pulito tutte le volte che si va a sostituire un toner, altrimenti le prime stampe verranno sporcate, compromettendo la buona riuscita della stampa. Il rullo è realizzato con l’uso di un particolare materiale gommoso ed è collocato sotto al toner, a contatto con il tamburo. Se la stampante laser sporca i fogli oppure produce cigolii o fa dei rumori particolari, questo potrebbe essere il segnale di un problema più grave. Approfondisci l’argomento sul sito www.migliorestampante.it.

Come pulire il rullo di una stampante laser

Come abbiamo visto, il rullo di trasferimento è il principale responsabile di alcuni problemi legati al corretto funzionamento e uso delle periferiche. Quando la stampante laser tende a sporcare e macchiare i fogli che stampiamo, spesso il rullo è il principale indiziato. Quando si avverte uno strano rumore, la prima cosa da fare consiste nel controllare che il rullo sia posizionato nella maniera corretta. Assicurati quindi che sia in posizione.

Il rullo talvolta potrebbe anche dare il problema dell’inceppamento della carta. Quando la stampante sporca i fogli e non li stampa in maniera fluida, spesso è segnale di qualche problema. Se la stampante laser sporca i fogli con delle strisce scure oppure se stampa i fogli con un inchiostro molto chiaro, lasciano anche alcune parti invisibili, allora significa che il rullo non è posizionato bene. Accertati che il rullo sia sempre ben aderente al tamburo per evitare dei malfunzionamenti. Scopri qui altri consigli sulla corretta pulizia di una stampante laser.

Se i fogli, dopo che vengono stampati, hanno delle macchie equidistanti, allora il rullo è difettoso. Come prima cosa, puoi spengere la stampante e staccare il cavo elettrico, per poi togliere il toner e pulire il rullo usando un panno morbido che non lasci filamenti. Mentre fai questa operazione devi usare guanti o comunque assicurarti di non toccare mai il rullo con le dita perché naturalmente è imbevuto di inchiostro. Se vuoi fare una pulizia più approfondita puoi smontare il rullo, andare all’aperto e spruzzare sul rullo dell’aria compressa. Puoi usare anche un panno inumidito di acqua e aspettare che sia del tutto asciutto prima di rimontarlo.

 

Ecco come diventare mangaka Previous post Ecco come diventare mangaka